Seleziona una pagina
A Sanremo andrà in scena la “Pasqua in Fiore” da giovedì 14 a domenica 17 aprile 2022

A Sanremo andrà in scena la “Pasqua in Fiore” da giovedì 14 a domenica 17 aprile 2022

La Pasqua 2022 di Sanremo sarà una “Pasqua in Fiore” grazie all’idea della rete di impresa Sanremo On, che ha deciso di puntare sul prodotto d’eccellenza del nostro territorio, dove la floricoltura è saldamente radicata. La manifestazione coinvolgerà l’intera Città dei Fiori per quattro giornate da giovedì 14 a domenica 17 aprile. L’obiettivo di tale evento è duplice: da un lato recuperare l’appuntamento annuale con Sanremoinfiore, rimandato a causa dell’emergenza Covid-19, e dall’altro allungare dal punto di vista turistico il tradizionale ponte pasquale nella Riviera dei Fiori. Si auspica, quindi, un notevole aumento di visitatori e per i turisti è consigliabile prenotare adesso un hotel a Sanremo per la Pasqua 2022. Le proposte più invitanti di alberghi per la “Pasqua in Fiore” si trovano già online e basta un clic per verificare la disponibilità.

Nel week-end lungo di Pasqua Sanremo On ha intenzione di offrire ad abitanti e ospiti una serie di iniziative accattivanti e collegate l’una all’altra, per creare un contenitore ricco e dotato di attrattiva, che possa essere competitivo a livello nazionale e di supporto alla Città dei Fiori per il rilancio dopo la pandemia. La punta di diamante sarà l’Infiorata Musicale in piazza Borea d’Olmo, di fronte al famoso Teatro Ariston, che prenderà il via venerdì 15. Si tratterà di una grande composizione ‘petalosa’ (si stima l’utilizzo di oltre 15mila fiori), che richiamerà il Festival della Canzone Italiana e verrà accompagnata dagli interventi della giovane orchestra Note Libere. A realizzare l’opera di ben 70 mq saranno 40 maestri umbri di Spello.

A inaugurare la quattro giorni pasquale giovedì 14 sarà una scenografica installazione floreale sulla facciata del Forte di Santa Tecla, seguita dall’illuminazione notturna con una grafica a tema. Sempre giovedì 14 si svolgerà il Concerto dei Fiori dell’Orchestra Sinfonica di Sanremo al Cinema Centrale. Da venerdì 15 nel quartiere storico della Pigna i tipici carruggi liguri con archi e balconi verranno adornati con suggestive decorazioni floreali per formare un percorso espositivo con via Matteotti e via Cavour, le strade pedonali dello shopping dove le vetrine a tema si sfideranno in un concorso ad hoc. La “Pasqua in Fiore” andrà in scena anche al Casinò sia con un’installazione floreale all’ingresso della casa da gioco visitabile da venerdì 15 sia con il Gran Galà dei Fiori con la partecipazione del cantautore Enrico Ruggeri, una cena esclusiva al ristorante del Roof Garden sabato 16, in aggiunta alle cene tematiche nei ristoranti aderenti all’iniziativa venerdì 15. Senza dimenticare le possibili visite guidate al Museo del Fiore di Villa Ormond e un’importante installazione floreale presso il centro commerciale di lusso The Mall, che sarà svelata venerdì 15.

Ecco il programma completo:

Giovedì 14 aprile
Ore 18 Inaugurazione della scenografica installazione floreale sulla facciata del Forte di Santa Tecla, seguita dall’illuminazione notturna con una grafica a tema
Ore 21 Concerto dei Fiori dell’Orchestra Sinfonica di Sanremo al Cinema Centrale

Venerdì 15 aprile
Ore 7 Inizio della realizzazione dell’Infiorata Musicale in piazza Borea d’Olmo a cura degli Infioratori di Spello
Ore 10 Inaugurazione dell’installazione floreale presso The Mall
Ore 11:30 Visita della Pigna per l’inaugurazione delle decorazioni floreali e a seguire visita dell’installazione floreale all’ingresso del Casinò
Ore 18 Inaugurazione dell’Infiorata Musicale in Piazza Borea d’Olmo
Ore 21 Cene a tema floreale nei ristoranti aderenti all’iniziativa

Sabato 16 aprile
Tutte le location infiorate saranno visitabili dal pubblico e contemporaneamente in via Matteotti e via Cavour si potranno ammirare le vetrine dei negozi allestite con i fiori per gareggiare in un concorso ad hoc
Ore 21 Gran Galà dei Fiori con la partecipazione di Enrico Ruggeri presso il Roof Garden del Casinò

Domenica 17 aprile, Pasqua
L’Infiorata Musicale, le installazioni floreali e tutte le decorazioni colorate e profumate saranno visitabili dal pubblico

Ariston Sanremo: grandi nomi e otto spettacoli nella stagione teatrale del 2022

Ariston Sanremo: grandi nomi e otto spettacoli nella stagione teatrale del 2022

Riparte, dopo la lunga pausa, la stagione del famoso Teatro Ariston di Sanremo con i primi otto spettacoli confermati e i personaggi del momento in cartellone. Martedì 5 e mercoledì 6 aprile alle ore 21 tornerà Fiorello con il nuovo one-man-show “Fiorello presenta: Sanremo!”. L’artista ha infiammato l’Ariston durante la prima serata del Festival, a cui ha partecipato per omaggiare il suo grande amico Amadeus. Il Rosario nazionale userà il suo inimitabile stile per rendere la performance coinvolgente grazie alle improvvisazioni con gli spettatori, in continua evoluzione e mai uguale a se stesso. Non solo puro intrattenimento: non mancheranno, infatti, i riferimenti pungenti all’attualità e lo sguardo acuto sui cambiamenti della società italiana sempre all’insegna della leggerezza, che non significa superficialità, e del buonumore. Venerdì 8 aprile alle ore 21.15 andrà in scena Giuseppe Giacobazzi in “Noi, mille volti e una bugia”. Si tratterà di un gradito ritorno a Sanremo. Il comico romagnolo affronterà con profondità e ironia un dialogo interiore sui suoi ultimi venticinque anni, costellati di avventure ed equivoci, da cui sono scaturiti aneddoti esilaranti, gioie e malinconie. La vera protagonista sarà quest’epoca, che viaggia a una velocità sempre maggiore con l’ausilio delle nuove tecnologie. Giacobazzi tenterà di rispondere a una domanda apparentemente semplice e comune a tutti noi: “Dove finisce la maschera e dove inizia l’uomo?”. Sabato 16 aprile alle ore 21.15 sarà la volta di Angelo Pintus in “Non è come sembra”, che vuol’essere un’osservazione e un ragionamento su ciò che ci circonda, ci spaventa oppure ci fa ridere. Insomma, si snoccioleranno spunti e sfumature per un paio d’ore distensive, ma senza dimenticare di riflettere. Sabato 23 aprile alle ore 21.15 si terrà l’attesissimo concerto di Paolo Conte, precedentemente annullato a causa dell’emergenza Covid-19. Il tour aveva preso l’avvio nel 2018 per festeggiare i cinquant’anni di “Azzurro”. Quel primo brano, allora interpretato da Adriano Celentano, portò il cantautore piemontese all’attenzione del grande pubblico visto che il pezzo spopolò nel nostro Paese e nel mondo intero. Martedì 31 maggio alle ore 21.15 si esibirà l’eclettico Massimo Ranieri in “Sogno e son desto”, dopo aver ricevuto il Premio della Critica “Mia Martini” all’ultimo Festival con la canzone “Lettera di là dal mare”. L’istrione partenopeo rivisiterà il teatro umoristico e il più conosciuto repertorio napoletano in aggiunta ai suoi cavalli di battaglia con l’orchestra live. Dopo seicento repliche su e giù per lo Stivale, il “viaggio” di Ranieri, quindi, proseguirà rinnovandosi. Tra i tanti brani dello spettacolo ci sarà anche “Mia ragione”, proposto a Sanremo due anni fa in qualità di super ospite. Venerdì 3 giugno alle ore 21.15 Maurizio Battista presenterà lo show inedito “Tutti contro tutti”. Il cabarettista romano, dopo la riapertura dei teatri, è stato fra i primi a rimettersi in gioco con coraggio ed entusiasmo in giro per l’Italia. La voglia di regalare allegria e autentico spasso alla gente, provata dalla complessità di un periodo che pare non ancora finito, è stata più forte di qualsiasi difficoltà: “Perché la risata – afferma –, udite udite, unisce tutte le persone!”. Venerdì 5 agosto alle ore 21.30 arriverà il personaggio del momento, lanciato da Amadeus proprio durante il Festival 2022: Drusilla Foer con lo spettacolo “Eleganzissima Estate”. Ricordiamo che l’alias femminile di Gianluca Gori ha portato sul palco dell’Ariston un messaggio di inclusività. “Eleganzissima” è un recital in divenire, scritto e interpretato dalla stessa Madame Foer, tratto dalla sua vita straordinaria tra il Vecchio e il Nuovo Continente, punteggiata di incontri e amicizie con persone fuori dal comune. La serata sarà ricca di musica dal vivo, poiché Drusilla è anche cantante oltreché attrice e scrittrice, e si svilupperà in un’alternanza di divertimento e d’intensità commovente. Venerdì 7 ottobre alle ore 21, infine, l’Ariston ospiterà l’“Unplugged European Tour 2022” dei Negramaro. Il gruppo tornerà nei teatri, vale a dire in una dimensione più raccolta e intima, dopo quindici anni di assenza, durante i quali hanno conquistato dai palazzetti agli stadi. Una celebrazione delle loro origini che, seppur stimolata dall’attuale situazione, consentirà alla band di sperimentare nuove e creative forme musicali e artistiche a stretto contatto con i fan: per loro la tournée costituirà un’occasione unica e irripetibile. La prevendita per tutti gli spettacoli è aperta, affrettatevi!

Ciclismo, il Giro d’Italia 2022 farà tappa a Sanremo venerdì 20 maggio

Ciclismo, il Giro d’Italia 2022 farà tappa a Sanremo venerdì 20 maggio

Il Giro d’Italia tornerà a Sanremo! La gara ha preso l’avvio dalla Liguria cinque volte nella storia. Dopo aver ospitato con grande successo la sua partenza per la prima volta nel 2015, la Città dei Fiori è pronta a tingersi nuovamente di rosa venerdì 20 maggio 2022 per la 13esima tappa da Sanremo a Cuneo. Rosa, infatti, è il colore della maglia simbolo della prestigiosa e celeberrima corsa ciclistica su strada, indossata ogni giorno dal leader della classifica generale e attualmente detenuta dal venticinquenne colombiano Egan Bernal. Rosa è altresì il quotidiano che annualmente organizza la manifestazione dalla sua nascita nel 1909: la Gazzetta dello Sport con RCS Sport. Il Giro d’Italia è la più importante competizione con protagoniste le due ruote nel nostro Bel Paese.

E’ consigliabile prenotare con largo anticipo uno degli hotel e alberghi a Sanremo per il Giro d’Italia 2022, magari per l’intero week-end per due motivi. Il primo è godersi a primavera la suggestiva pista ciclabile del Parco Costiero della Riviera dei Fiori nel Ponente Ligure, annoverata fra le più lunghe d’Europa, che costeggia il mare in mezzo alla natura. Il tragitto di 24 chilometri è per lo più facile poiché pianeggiante, in un contesto ambientale unico tra macchia mediterranea, giardini, spiagge e scogliere. L’assenza di insidie consente a chi pratica il ciclismo a livello amatoriale di raggiungere medie chilometriche davvero alte. La seconda ragione è per non perdersi l’intenso calendario di collaterali, che nel 2015 sono stati addirittura una cinquantina, compatibilmente con l’andamento della pandemia di Covid-19 e nel rispetto di tutte le misure di sicurezza. Anche perché la Città dei Fiori intende sfruttare al meglio la visibilità offerta dall’evento sportivo, molto ambito dai professionisti e seguitissimo dal pubblico.

Quest’anno la Corsa Rosa giunge alla 105esima edizione ed è valida come 20esima prova dell’UCI World Tour 2022. Sono previste 21 tappe dal 6 al 29 maggio per un totale di 3.410,3 chilometri con partenza da Budapest, la capitale dell’Ungheria, e traguardo presso l’Arena di Verona. In programma si contano: 7 percorsi per velocisti, 6 di media montagna, 6 di alta montagna (4 con arrivo in salita) e 2 tappe a cronometro (26 chilometri complessivi, la somma minore degli ultimi 60 anni). Non è la prima volta che il Giro d’Italia prende il via all’estero, anzi si tratta della 14esima volta. Dopo la tre giorni ungherese si tornerà a casa e si risalirà lo Stivale dalla Sicilia. Quella sanremese è considerata una frazione relativamente breve (157 chilometri) e di media difficoltà. Dalla Città dei Fiori si toccheranno Arma di Taggia, San Lorenzo al Mare e finalmente Imperia per addentrarsi nel fascino entroterra e salire al Colle di Nava, il picco più elevato a 936 metri s.l.m. Giunti a Ceva in Piemonte, si virerà verso Cuneo per la volata conclusiva.

Rallye Sanremo 2022: dall’8 al 10 aprile la 69esima edizione insieme al 14° Sanremo Leggenda e al 4° Eco Rallye Sanremo

Rallye Sanremo 2022: dall’8 al 10 aprile la 69esima edizione insieme al 14° Sanremo Leggenda e al 4° Eco Rallye Sanremo

Si scaldano i motori per il Rallye Sanremo 2022 in programma dall’8 al 10 aprile, nel week-end della Domenica delle Palme. I partecipanti alla competizione automobilistica, ben 164 nel 2021 provenienti da 22 Paesi e tre continenti, non gareggeranno soltanto in uno degli eventi sportivi più rilevanti della Città dei Fiori. Il 69° Rallye Sanremo è compreso nel calendario del Campionato Italiano Rally e dell’European Rally Trophy e sono in palio diverse coppe e trofei, che renderanno la sfida ancora più entusiasmante.

L’ACI del Ponente Ligure, in qualità di organizzatore, ha deciso di ricalcare il formato efficace dello scorso anno con: partenza e arrivo, parco assistenza e premiazione a Sanremo presso la Vecchia Stazione FS; e le prove speciali dislocate nel suggestivo entroterra. Tra le offerte di alberghi e hotel per il Rallye Sanremo 2022, è sicuramente allettante una struttura ricettiva centrale, che consenta di raggiungere agevolmente gli spazi logistici della manifestazione sportiva situati sul lungomare della Città dei Fiori.

La lunghezza del percorso, superiore a 400 km, e la percentuale riservata alle prove speciali, più del 20%, saranno in linea con l’attuale normativa rally. Verrà garantita un’ampia copertura televisiva con collegamenti, interviste ai protagonisti e approfondimenti su ACI Sport, Rai Sport e Primo Canale, senza dimenticare i relativi canali web. Tutto ciò servirà a evitare assembramenti sia là dove si parcheggeranno le automobili sia dove si disputeranno le prove speciali, nel rispetto delle misure anti Covid-19.

Per curiosità, la dicitura ufficiale è Rallye Sanremo. Si scelse la versione francese della parola rally per affinità con il Rallye Automobile Monte Carlo e con la Fédération Internationale de l’Automobile di Parigi. La FIA rappresenta la più importante federazione mondiale delle quattro ruote e raggruppa gli Automobile Club nazionali di oltre cento Stati. La competizione nacque nel 1928, quando vinse il pilota rumeno Ernest Urdareanu a bordo di una Fiat 520. A trionfare nel 2021 è stato l’irlandese Craig Breen su Hyundai i20 R5, seguito dal compagno di marca Andrea Crugnola e, al terzo posto, da Fabio Andolfi su Skoda Fabia R5.

Negli stessi giorni si terranno anche il 14° Sanremo Leggenda, rally nazionale, e il 4° Eco Rallye Sanremo. Si preannuncia, quindi, un fine settimana carico di adrenalina grazie all’ACI del Ponente Ligure, che è riuscito a incrociare tre gare distinte. Il Sanremo Leggenda ha visto la luce nel 2009 assecondando l’esigenza dei cosiddetti gentleman driver di un rally più agile e meno impegnativo nei tempi e nei costi, pur permettendo di assaporare le strade del Rallye Sanremo. La prima edizione è stata vinta dagli idoli locali Danilo Ameglio e Massimo Marinotto su Peugeot 309.

La novità dell’Eco Rallye è stata introdotta nel 2016 a favore dei veicoli alimentati con energie rinnovabili e alternative. In quell’occasione ha dominato il podio il Montecarlo Engineering Racing Team con le sue Alfa Romeo a gpl guidate da Massimo Liverani, Fulvio Maria Ballabio e Massimiliano Sorghi. Saranno ammesse auto elettriche, ibride e a combustibile alternativo. Per le vetture a energia elettrica risulterà interessante osservare le prese di ricarica con installazioni di tipo industriale appositamente allestite nel parco assistenza. La sfida si svolgerà su strade pubbliche fra macchine di serie o prototipi immatricolati e finalizzati alla circolazione su strada e autostrada. Le classifiche dei test di regolarità e di consumo energetico verranno abbinate per generare la classifica finale assoluta.

Milano-Sanremo 2022: tornano la Classicissima di Primavera sabato 19 marzo e la Granfondo non competitiva domenica 5 giugno

Milano-Sanremo 2022: tornano la Classicissima di Primavera sabato 19 marzo e la Granfondo non competitiva domenica 5 giugno

E’ in programma sabato 19 marzo 2022 la Milano-Sanremo, la gara di ciclismo su strada conosciuta come la Classicissima di Primavera. L’edizione per professionisti giunta al numero 113 deve ancora presentare il percorso definitivo, ma molto probabilmente si ricalcherà il tragitto dello scorso anno ideale per i velocisti, tant’è che nel 2021 ha vinto il passista-veloce belga Jasper Stuyven. Ciò significa che la competizione si farà più accesa proprio all’arrivo nella Città dei Fiori e che l’esito si deciderà soltanto con la volata finale dalla discesa del Poggio verso il traguardo in via Roma, quello più amato in centro, caratteristico degli anni dal 1949 al 1985 e dal 1994 al 2007 e ripristinato nel 2015. Per quanto riguarda la storia degli altri arrivi, furono stabiliti sul rettilineo di corso Cavallotti dal 1907 al 1948 e dal 1986 al 1993, mentre si spostarono sul lungomare Italo Calvino dal 2008 al 2014.

La sfida su due ruote impegnerà ben 26 squadre di atleti italiani e stranieri di altissimo profilo agonistico, poiché è inserita nell’UCI World Tour. Ci saranno 182 competitors, 7 per ciascuna formazione: 19 UCI World Team, 6 Wild-Card e 1 Continental. Questi si fronteggeranno per oltre 290 km a partire dalla fredda capitale del Nord, una lunghezza fra le maggiori per una gara di un solo giorno. Nata nel 1907, la Classicissima di Primavera si colloca nella classe delle corse storiche ed è seguitissima dal pubblico, che si prevede raggiungerà numeroso la Città dei Fiori per assistere dal vivo al taglio del traguardo. Ecco perché è consigliabile prenotare adesso uno degli hotel e alberghi per la Milano-Sanremo 2022, basta un clic! Il che consentirà, allo scoccare della bella stagione, di godersi anche la pista ciclabile del Parco Costiero del Ponente Ligure, che in mezzo alla macchia mediterranea fiancheggia il mare per 24 km.

Il 19 marzo, in aggiunta, si celebrerà una ricorrenza importante: la prima edizione risale al 19 marzo 1907, festa di San Giuseppe e del papà, e venne vinta dal francese Lucien Petit-Breton, trionfatore nello stesso anno al Tour de France. La competizione, organizzata da Gazzetta dello Sport e Rcs Sport, si preannuncia spettacolare con i passaggi più rilevanti presso: Passo del Turchino, Capo Mele, Capo Cervo, Capo Berta, Cipressa e Poggio di Sanremo. Per farsi un’idea precisa della difficoltà di questi ultimi due, Cipressa ha una lunghezza di 5,650 km, un dislivello di 234 m con pendenza media del 4,1% e picco massimo del 9%; Poggio è lungo 3,700 km, conta 136 m di dislivello e registra una pendenza media del 3,7% e massima dell’8%. Da sottolineare, inoltre, l’importanza mediatica della sfida ciclistica per la Città dei Fiori, in quanto la Classicissima di Primavera avrà, come sempre, un’ampia copertura televisiva garantita da Rai ed Eurosport, in particolare ci sarà la diretta su Rai Sport al mattino e su Rai Due dalle 14.

La Milano-Sanremo anticiperà un altro attesissimo appuntamento, che quest’anno toccherà la 51esima edizione: la Granfondo Milano-Sanremo non competitiva è in calendario domenica 5 giugno 2022. La sua organizzazione è affidata all’UC Sanremo. La Granfondo vedrà gli amatori cimentarsi sugli stessi chilometri della Milano-Sanremo per professionisti, comprese le aspre salite di Cipressa e Poggio. Gli appassionati, quindi, avranno l’occasione di vivere in prima persona l’atmosfera elettrizzante della famosa Classicissima di Primavera, potranno pedalare sulle orme dei grandi campioni nella più lunga manifestazione ciclistica amatoriale del mondo e approfittare della calda ospitalità della Città dei Fiori e del suo variegato territorio.

Gare di vela a Sanremo: doppio Campionato Dragoni, Italiano dal 17 al 20 marzo ed Europeo dal 4 all’8 aprile 2022

Gare di vela a Sanremo: doppio Campionato Dragoni, Italiano dal 17 al 20 marzo ed Europeo dal 4 all’8 aprile 2022

La bella stagione nella Città dei Fiori è tradizionalmente costellata da una serie di eventi sportivi all’aria aperta. Quest’anno si comincerà allo scoccare della primavera con una gara velica di carattere internazionale e di elevato profilo agonistico, riservata alla classe Dragoni. Al prestigioso Yacht Club Sanremo è affidata l’organizzazione dell’International Italian Dragon Cup dal 17 al 20 marzo 2022. Dopo le registrazioni e gli alaggi, nel week-end si terranno le regate per un massimo di tre al giorno. Al termine di ogni giornata di sfide, un momento conviviale favorirà lo scambio di esperienze sportive e umane fra i grandi velisti italiani, europei e mondiali. Domenica la premiazione finale, tra gli altri eventuali riconoscimenti, vedrà trionfare le prime tre barche complessivamente migliori.

La competizione sarà persino più entusiasmante poiché costituirà il banco di prova per il Campionato Europeo in programma tre settimane dopo: il Dragon European Championship – The Virginie Heriot Cup si disputerà sempre a Sanremo dal 4 all’8 aprile. E’ naturale, quindi, aspettarsi un’adesione massiccia e di altissimo livello dal Vecchio Continente e non solo. Alberghi e hotel a Sanremo per i Dragoni si apprestano ad accogliere atleti e turisti, che desiderino prendere parte o assistere alle due gare. Per il grande pubblico le manifestazioni rappresenteranno un’occasione unica per ammirare le regine della vela impegnate a fronteggiarsi sulle acque antistanti la Città dei Fiori. Non è un caso se l’altro nome dei Dragoni è King’s Class, vale a dire la classe dei re, dalla predilezione delle teste coronate per tale tipo di imbarcazione, dov’è la capacità di conduzione a prevalere su tutto il resto e a garantire un sano divertimento.

Com’è fatto un Dragone? Si tratta di un natante a vela da regata, il cui progetto si deve al norvegese Johan Anker. Il primo varo si ebbe nel 1926. La barca a chiglia è armata con fiocco e randa (superficie rispettivamente di 11,70 mq e 16 mq) e spinnaker. L’equipaggio è composto da tre persone. Le sue caratteristiche tecniche sono: lunghezza 5,66 m al galleggiamento sino a 8,90 m fuori tutto; larghezza 1,70 m; e peso 1700 kg. La classe velica ha partecipato più volte alle Olimpiadi, in particolare il Dragone italiano Aretusa arrivò sesto ai Giochi di Melbourne nel 1956.

E per concludere un po’ di storia locale. La tradizione delle regate veliche nella Città dei Fiori risale alla Belle Époque, ricordata come un periodo di splendore matuziano. Nel 1956 si istituì ufficialmente lo Yacht Club Sanremo. La sede si trova sul molo nord del Porto Vecchio ed è completa di banchine per l’ormeggio dei soci, spogliatoi, aule per le lezioni teoriche e zone ricreative. A fare da maestosa cornice all’ingresso è stata posta la scala reale della motonave Augustus, datata 1927.