Casinò di Sanremo: a primavera 2017 Minetti, Arisa, Leali e i “Libri da Gustare”

Cos’hanno in comune Annalisa Minetti, Arisa e Fausto Leali? Sono tre vincitori del Festival della Canzone Italiana. Grazie a questo importante legame con la Città dei Fiori, il famoso Casinò di Sanremo li ha invitati per animare il cartellone invernale e primaverile del 2017, da febbraio ad aprile. Si tratta di un programma di prestigio, che da un lato si pone all’insegna della continuità con i grandi nomi del 2016 e dall’altro anticipa il calendario spumeggiante e coinvolgente dei prossimi mesi. Tre artisti differenti, per spaziare da un genere all’altro e soddisfare così diversi gusti musicali, abbracciando varie fasce di spettatori. Un tris d’assi, accomunati dalla buona musica e da uno stretto rapporto con il pubblico, fatto di brani celebri e appunto di presenze al Festival di Sanremo. La manifestazione canora prese il via alla radio proprio dal Salone delle Feste della casa da gioco matuziana il 29 gennaio 1951 con l’indimenticato presentatore Nunzio Filogamo. Chi non ricorda il suo tipico saluto: “Cari amici vicini e lontani”? Pare che lo usasse, in realtà, per attirare l’attenzione dei commensali, poiché la prima edizione si svolse nell’ambito dell’elegante cena al Casinò. Ecco che la tradizione si rinnoverà con il primo appuntamento con Annalisa Minetti, sabato 25 febbraio al Roof Garden. Una serata unica in un ambiente esclusivo: il ristorante sulla terrazza sotto le stelle, che d’inverno è coperta, riscaldata e accogliente. Affinché l’evento sia di richiamo per abitanti e turisti, si è ideato un pacchetto comprensivo di cena e concerto al prezzo contenuto di 50 euro. Il menu fa venire l’acquolina in bocca: tortino di carciofi e patate su crema di parmigiano, risotto alla rana pescatrice insaporito con zafferano e mela verde, pavé di salmone stufato al pepe verde accompagnato da purè di cavolfiore bianco, per concludere con mousse allo yogurt bianco e tartare di frutti di bosco. Annalisa Minetti si può definire una donna di successo, sia come artista sia come atleta paralimpica. Nel 1997 ha preso parte a Miss Italia e nel 1998 ha vinto il Festival di Sanremo sia nella sezione Giovani che tra i Campioni con “Senza te o con te”. Per ciò che concerne l’attività sportiva, nel 2012 ha conquistato la medaglia di bronzo nei 1.500 metri alle Paralimpiadi di Londra, stabilendo il record del mondo nella categoria dei non vedenti; e nel 2013 si è aggiudicata l’oro negli 800 metri ai Mondiali Paralinpici di Lione, fissando un nuovo record. Si continuerà con Arisa venerdì 10 marzo presso il Teatro dell’Opera. La cantante è uscita nel 2008 da SanremoLab, a dimostrazione che il laboratorio musicale della Città dei Fiori funziona e produce qualità. Ha trionfato, infatti, al 59° Festival di Sanremo nelle Nuove Proposte con “Sincerità” e nel 2014 è stata la vincitrice assoluta della kermesse con “Controvento”. Ciò significa che Arisa, gran voce femminile, in pochi anni dall’esordio ha saputo distinguersi come una delle interpreti nostrane più originali e di talento, attirando l’interesse del pubblico di ogni età. La sua carriera appare un crescendo anche dal punto di vista televisivo e cinematografico, senza dimenticare il ritorno al Festival nel 2015 nei panni di co-conduttrice al fianco di Carlo Conti, Emma e Lady Bova. Sul palco del Casinò si esibirà nel tour “Voce 2017”, che toccherà i migliori teatri dello Stivale. Insieme alla sua band presenterà le canzoni dell’ultimo album “Guardando il cielo”, oltre alle hit più conosciute e amate del suo repertorio. Gran finale con Fausto Leali sabato 15 aprile al Roof Garden. La vittoria al Festival di Sanremo nel 1989 in coppia con Anna Oxa con “Ti lascerò” è scritta nella storia dell’evento nazional-popolare per eccellenza. Il cantante possiede una vocalità particolarissima, che gli ha fruttato l’appellativo di voce nera e ha fatto sì che egli virasse verso le sonorità calde e potenti del soul. Fra i maggiori successi, che sicuramente saranno riproposti al Casinò, si contano: “A chi” (1967), “Deborah” (con cui ha partecipato al Festival per la prima volta nel 1968), “Angeli negri” (1968), “Io camminerò” (1976), “Io amo” (4° posto al Festival nel 1987) e “Mi manchi” (5° posto al 38° Festival). I pezzi costituiscono ormai degli evergreen della musica italiana, molto noti all’estero, e Leali li eseguirà coadiuvato da una formazione di ottimi strumentisti. Dopo i concerti gli ospiti potranno intrattenersi nelle sale da gioco, passando dalle slot-machine – in totale 470 – ai giochi francesi e americani. In fondo, il Casinò sorse durante la Belle Epoque come luogo di ritrovo, spettacolo e cultura per i ricchi. In tale ottica Francesco Pastonchi realizzò i Lunedì (oggi Martedì) Letterari e la prestigiosa rassegna viene ancora portata avanti, scegliendo con attenzione le opere. L’intenzione è quella di affrontare temi sempre attuali, che stimolino il confronto e l’approfondimento. I Martedì Letterari si svolgono con cadenza settimanale alle 16:30 all’interno del Teatro dell’Opera e sono curati da Marzia Taruffi, responsabile dell’Ufficio Stampa e Cultura. Infine, tornerà l’appuntamento annuale con i “Libri da Gustare”, dedicato all’editoria enogastronomica come custodia e promozione del territorio, creato dalla compianta Claudia Ferraresi e promosso dalle Associazioni Culturali “Ca dj’ Amis” e “I Ristoranti della Tavolozza”, Presidente il giornalista Claudio Porchia. Nel 2017 si festeggia il ventennale e sono previsti quattro incontri (17 febbraio, 3 e 17 marzo, 7 aprile) alle 17:30 nella sala Biribissi, che saranno seguiti dalle degustazioni. Le sezioni del concorso sono tre: “Cultura del cibo”, “Cultura del vino e del bere” e “Il cibo in letteratura”. In primavera verranno assegnate otto targhe “Libro da Gustare” alle pubblicazioni selezionate tra quelle del 2016, mentre in autunno ci sarà la cerimonia di consegna del Premio “Claudia Ferraresi, Libro più gustoso dell’anno” e delle menzioni speciali.

RESIDENCE DEI DUE PORTI Srl - Corso Trento Trieste 21/23 - 18038 Sanremo (IM) Italy - P.IVA 00316580083 - Powered by di-liberto.net