Ariston Sanremo: Arturo Bracchetti, grandi nomi e spettacoli per famiglie fino a Natale 2018

Il cartellone dell’autunno 2018 del celebre Teatro Ariston a Sanremo si preannuncia ricco e variegato, adatto a soddisfare tutti i gusti. La punta di diamante sarà un artista eccezionale: Arturo Bracchetti nel suo one man show “Solo” mercoledì 21 novembre. Classe 1957, il trasformista più veloce del mondo (certificato dal Guiness dei primati nel 2002) non ha bisogno di presentazioni, basti pensare alle sue doti, all’esuberanza delle sue performance e alla notorietà di cui gode anche all’estero. Il 6 maggio 2014 è stato nominato Commendatore della Repubblica dall’allora Presidente Napolitano. Nel nuovo spettacolo il ciuffo più famoso d’Italia spazierà all’interno di una casa simile a una scatola cinese con sette stanze, ognuna associata a un ricordo o una fantasia, e sarà capace di presentare dieci numeri e oltre cinquanta personaggi grazie al quick change e a tante altre incantevoli illusioni. La stagione autunnale dell’Ariston prenderà il via con il Premio Tenco il 18, 19 e 20 ottobre, quando andrà in scena la canzone d’autore di qualità, mentre per il ponte di Ognissanti sono in programma “Le Streghe – Musical tra storia e leggenda” la sera di Halloween e Beppe Grillo in “Insomnia – Ora dormo!” sabato 3 novembre. Il mese di novembre sarà costellato di eventi, nomi importanti e storie conosciute e amate dal grande pubblico. La consueta edizione delle Grandi Orchestre si svolgerà in due serate giovedì 8 e venerdì 9. A seguire, Iva Zanicchi si metterà a nudo in “Una vita da zingara” sabato 10, ripercorrendo la propria carriera, lunga e piena di successi, attraverso la formula del recital. Il Teatro ospiterà la tappa sanremese di “Fiat Music” con Red Ronnie venerdì 16; e il musical “Dirty Dancing” sarà on stage venerdì 23… chi non ricorda la colonna sonora della storia d’amore di Baby con l’affascinante maestro di ballo Johnny Castle, ambientata in un villaggio turistico americano nell’estate del 1963? “(I’ve had) the time of my life” ha vinto l’Oscar per la Miglior Canzone nel 1988. La danza classica tornerà martedì 27 e mercoledì 28 con la compagnia Natalya Sats di Mosca; e “Io odio i talent show”, il primo spettacolo teatrale di Mario Luzzatto Fegiz, si terrà venerdì 30. Con profonda autoironia sin dal titolo, il critico musicale e veterano del Festival di Sanremo ammette di odiare quel delirio digitale, che ha posto fine alla dittatura della sua critica. Settantuno anni portati brillantemente, accompagnato dal trio dei Los Chitarones, racconterà il suo mezzo secolo di carriera tra palco e realtà. A dicembre non potranno mancare i classici, che racchiudono la magia del Natale: i balletti “Il lago dei cigni” giovedì 6 e “Lo Schiaccianoci” mercoledì 19, entrambi sulle note dell’eccelso compositore russo ottocentesco Cajkovskij, e “La notte del Gospel” mercoledì 12 con un fantastico coro di 35 elementi dagli USA: il New Direction Tennessee State Gospel Choir, diretto dal Maestro Justin Butler. Se le festività hanno tradizionalmente inizio con l’Immacolata, ecco che il concerto di Mario Biondi è previsto per sabato 8. Rush finale con la comicità di livello e pregna di spunti di riflessione: Antonio Albanese si esibirà in “Personaggi” sabato 22. In aggiunta, l’Ariston è il cinema della Città dei Fiori con ben sei sale più le due del Centrale, per accontentare sia gli appassionati dei film impegnati sia gli amanti delle commedie e dei cinepanettoni. Last but not least, c’è già un’anticipazione per la primavera 2019: appuntamento con il comico e personaggio televisivo Angelo Pintus in “Destinati all’estinzione” martedì 23 aprile.

RESIDENCE DEI DUE PORTI Srl - Corso Trento Trieste 21/23 - 18038 Sanremo (IM) Italy - P.IVA 00316580083 - Powered by di-liberto.net